venerdì 30 dicembre 2011

Scultura mon amour: l'incipit.

Quando ho iniziato a scolpire non coloravo i miei pezzi.
Erano cosine semplici, su un solo livello
e semplicemente trattate con mordente e cera.


















A questo stambecco sono particolarmente affezionata perchè è stata la mia prima esperienza. Ci ho messo una quantità di tempo, ma ne ero davvero soddisfatta.





Poi ho cominciato a lavorare legni più pregiati, come il noce antico,
e li ho utilizzati anche per fare dei giocattoli come questo Tatà (antico giocattolo su ruote).





Mi piacciono i Tatà sono belli da guardare e i miei figli ci giocano volentieri.
Biagio, questo mulo, ha partecipato ad una mostra-concorso nell'anno 2010
ed è arrivato 4° parimerito.
Biagio nasce dalla collaborazione con un amico pittore che aveva il desiderio di vedere uno dei suoi pezzi trasformato in un tuttotondo. Io dovevo eseguire il mulo per la mostra-concorso.
L'unione delle forze (suo il progetto, mia la realizzazione) ha prodotto questa meraviglia.


Questa è la versione finale di biagio, il mio tatà preferito.




A presto
xoxo
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...